Eugenio Siragusa, lo sviluppo del Cono
e la Genetica GNA



Terribilmente attratta dall'energia emanata da questo grafico, realizzato da Eugenio Siragusa nel 1977, ho cercato di comprenderlo in termini matematici e geometrici, oltre che spirituali.
Il messaggio spirituale che Eugenio ci ha lasciato, potete trovarlo QUI, nel sito dedicato a tutti i messaggi che ha ricevuto.

Il disegno sembra raffigurare un Cerchio la cui Area e' suddivisa in 4 sezioni uguali i cui angoli rispettivi sono di 90° per un totale di 360°.

Dal centro del Cerchio si sviluppa il Triangolo Rettangolo su cui si sviluppera' il Cono




Il settore circolare (in azzurro) che si ottiene sviluppando sul piano l'area laterale del Cono ha come raggio l'apotema del Cono e l'arco e' lungo quanto la Circonferenza di base.


Scelgo come raggio della Circonferenza Maggiore che si viene a formare (e apotema del Cono), il valore di 0,5 ossia 1/2 traendo spunto dagli appunti di Siragusa, e 90° come angolo del settore circolare.



E cosi' ottengo tutti gli altri dati relativi alla Circonferenza Maggiore, ottenuta sviluppando il Cono sul Piano.


Se l'angolo del settore circolare fosse differente, minore od inferiore, potrei trovare l'arco ab con la seguente formula:


Di seguito inserisco tutti i dati piu' significativi ottenuti:


L'apotema del Cono che e' 1/2 coincide con il raggio del Cerchio Maggiore, con il cateto minore del Triangolo Maggiore e con l'Area del Quadrato Maggiore.


Ora analizzo la prima equazione scritta da Siragusa: A sta a D come alfa-beta sta a infinito.
Alfa e Beta per me corrispondono all'angolo concavo e convesso generato dal Triangolo, all'interno del Cerchio.


La Circonferenza del Cerchio di base del Cono (0,785) corrisponde alla frazione di Circonferenza ab e si puo' trovare questo valore anche seguendo il suggerimento di Siragusa, ossia utilizzando i 360 gradi della Circonferenza + i 30 gradi dell'angolo convesso del Triangolo Rettangolo che si sviluppa nello Spazio e nel Tempo!!!!


A (prima porzione della Creazione e Circonferenza di base del Cono) sta a D (ultima porzione della Creazione e Circonferenza su cui si sviluppa il Cono) come gli angoli alfa e beta (concavo e convesso) stanno a Infinito.

Deduco che il messaggio riguardi la NON finitezza di una qualunque Circonferenza e di ognuna delle sue parti e delle varie fasi della Creazione.
Vale lo stesso per gli angoli.


Infatti:

390 gradi (360 + 30 -> angolo giro + angolo convesso) sta a 4 (frazioni di area della Circonferenza e fasi della Creazione) come 0,5 (1/2) : 3

Una Circonferenza che si sviluppa nello Spazio (e Tempo) attraverso il Triangolo Rettangolo (360 + 30) sta a 1/2 come 3 (apotema Cono, raggio del Cerchio Maggiore, area del Quadrato).

Questa formula mostra la correlazione tra 3 figure, Triangolo/Cono, Circonferenza e Quadrato e i gradi degli angoli degli stessi e tra la Creazione Tutta e qualunque delle sue parti che si sviluppano nello Spazio e nel Tempo all'Infinito.